Lucrezia Holly Paci

Una mia amica mi ha detto che, quando apri un blog, è come quando ricevi ospiti per la prima volta a casa tua: “Devi farli ambientare, lasciare il tempo di conoscervi a vicenda: non puoi dire subito tutto di te. So che vorresti ma devi pazientare”.

(Ci provo)

Piacere di conoscerti. Mi chiamo Lucrezia, ho 31 anni e vivo a Milano.

Nonostante qualche cantonata presa credo ancora nell’amore. Seguo la strada del cuore, in ogni senso. 

Dopo la prima laurea in economia Bocconi, ho lasciato la carriera manageriale per iniziare a scrivere di relazioni per i giornali e ho avviato nuovi studi in Counseling e Psicologia. Ho scritto per D Repubblica, Cairo Editore, De Agostini, Conde Nast e altre riviste… prima di arrivare, finalmente, all’idea di aprire un blog che fosse tutto mio, tutto nostro.


Foto di Roberto Cotroneo – Festival della Comunicazione di Camogli

Questo blog nasce per condividere insieme storie, articoli, spunti di crescita sulle relazioni. In fondo l’amore è il denominatore comune delle nostre vite. Soffriamo tutte per amore, e per amore rinasciamo.

Ognuna di noi ha vissuto una favola almeno una volta, illudendosi di aver trovato la persona giusta. Anche io ho caricato la mia ex relazione di aspettative, visto l’altro come l’altra metà, sperato che avrebbe soddisfatto ogni mio bisogno e che la relazione tra noi sarebbe durata per sempre. Poi, un giorno, mi sono svegliata e ho capito che l’amore reale non è come quello delle fiabe. Non è come ci hanno raccontato: l’amore non va “oltre tutto” e da solo non basta a portare avanti un rapporto. Anzi…

L’amore è una realtà con cui tocca fare i conti.

Esige uno spirito pratico e richiede un impegno reciproco: tra le cose di ogni giorno l’amore si muove, si sofferma, prova ad arrangiarsi “nonostante tutto”. Diventando adulte lo sperimentiamo, se abbiamo la fortuna di incontrarlo. Capiamo che le principesse sono quelle che vanno a lavoro tutti i giorni e si alzano la mattina alle 7 e che i principi azzurri non salvano nessuno. E, se proprio esiste una strega cattiva, è quella paura di rimanere sole che abbiamo dentro.

Oggi sento di preferire una ventata di realtà alla polvere di fata. 

Ti invito col cuore a fare altrettanto. Smettiamo di vivere in funzione delle illusioni e del lieto fine e di vedere ogni rospo come un principe azzurro: siamo perfettamente in grado di vivere nel presente e di accettare la realtà. Una volta accettata, non è neanche così male come sembra e persino la solitudine può essere accolta. Se poi da qualche parte c’è una favola d’amore ad aspettarci – auguriamocelo, io te lo auguro – saremo noi a costruirla insieme all’altro. Il lieto fine non è già scritto ma da scrivere ogni giorno, perché è con i piedi per terra si costruiscono le favole.

Benvenuta nel blog. Avremo modo di conoscerci meglio e nel tempo. Bentrovata intanto, e grazie di esserci. 

Lucrezia ღ

Facebook Comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi