Il blog,  in evidenza

In amore, occhio ai “saldi”: meglio non dare nulla per scontato

Finalmente sono iniziati: i saldi! Li abbiamo attesi, abbiamo rimandato acquisti nella prospettiva di farli a minor costo in un secondo momento. In questi giorni le città pullulano di sconti e siamo tutte più o meno convinte di chiudere affari: “Ho comprato il parka a 295 euro anziché 369”, “Hai visto che nell’Outlet del Casalingo c’è la svendita totale?”, “Ho scelto di farmi comprare il regalo di Natale in ritardo, però da Gucci!”.
Non importa se il risparmio sia di 10, 100, 300 euro. Ogni acquisto ci sembra un successo e rincasiamo soddisfatte.

Ora mi domando: in amore, vale lo stesso? Siamo davvero contente quando ci sentiamo messe “in saldo” dall’altro? Nelle relazioni ci sono diverse situazioni in cui arrivano “i saldi” ma, a differenza di quanto accade nello shopping, non sono granché positivi. Qualche esempio…

CASO 1. Le asimmetrie informative: “Non te l’ho detto perché lo davo per scontato”


Ce lo siamo sentite dire tutte, almeno una volta. Gli sconti nella comunicazione sono tremendi: si omettono informazioni, a volte per sbadataggine, altre volte perché fa comodo. Come quando lui inizia a uscire con lei ma non le dice esplicitamente che vede la loro frequentazione solo come “una cosa così”, “da prendere easy… se non quando lei lo mette di fronte alla realtà. A quel punto, lui spiazzato, risponde: “Non ti ho detto che per me era una cosa tranquilla perché lo davo per scontato.” Altro esempio: lui non le chiede di uscire il sabato sera perché dà per scontato che lei esca con i suoi amici: ma come chi glielo ha detto?

CASO 2. Le conquiste facili. “Mi è bastato poco!”


E’ davvero di cattivo gusto sentire qualcuno dire che è bastato poco per conquistare una donna. Non solo sta togliendo valore all’altra persona, ma anche a se stesso. A volte è proprio un atteggiamento maschile quello di vantarsi con altri uomini delle proprie conquiste sessuali. “L’ho sedotta con una cena e via. Un giochetto che mi è costato 150 euro, eh!”. Purtroppo ancora si sentono questi discorsi. Poi alcuni uomini si lamentano delle donne che “non si fidano, se la tirano e si chiudono a riccio”… Potrebbero prendersela con i loro competitor maschili, piuttosto!

CASO 3. Quando nella relazione si dà per scontata la presenza dell’altro


C’è una differenza tra il rilassarsi e il dare per scontato l’altro in una relazione. A un certo punto è come se si “superasse il limite”, in certi atteggiamenti, in alcuni modi di fare e di rapportarsi. Tanto che a volte il dialogo si riduce ai minimi termini, non ci si diverte più insieme, la sessualità viene praticamente depennata e, soprattutto, non si fa nulla per migliorare lo stato in essere delle cose. Perché, tanto, si dà per scontata e dovuta la presenza dell’altro. Ricordiamoci però che l’amore si costruisce day by daysenza ansia, ma con impegno reciproco. Più si va avanti, più energia va messa anche nel tirare il carro perché nel tempo si sono aggiunte nuove responsabilità e occorrono nuovi stimoli. Non lamentiamoci quando va a rotoli una relazione che abbiamo lasciato a se stessa. Piuttosto facciamo una buona manutenzione dei sentimenti.

Buono shopping a te, allora. Che sia proficuo e che ti renda soddisfatta! E buono shopping anche a me. Approfittiamo di questi saldi… in negozio 😉

M.d.v

Senti che la tematica del post ti riguarda? Ti va di approfondirla insieme? Clicca qui

Facebook Comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi